Archive for ottobre, 2011

ottobre 2, 2011

Due anni fa la Marcia Mondiale per la Pace e la Nonviolenza

Due anni fa partiva da Wellington la Marcia Mondiale per la Pace e la Nonviolenza, la prima e, finora, l’unica della storia. Chiedeva il ritiro delle truppe dai paesi occupati, il disarmo progressivo unilaterale, il disarmo atomico, la risoluzione dei conflitti attraverso mezzi pacifici. Chiedeva un cambiamento nella coscienza di ognuno di noi…

Sono stato tra i partecipanti di questa Marcia e sono e rimango tra i sostenitori dei suoi obiettivi di fondo.

Posso dire che sicuramente gli obiettivi di quella marcia non sono stati raggiunti; ancora si occupano territori, si tagliano le spese sociali ma non quelle militari, non si una granché la diplomazia per risolbvere i conflitti e gli arsenali nucleari non sono stati smantellati.

Posso anche dire che l’entusiasmo e la convergenza che la Marcia Mondiale ha suscitato nei suoi quattro mesi di cammino sono stati straordinari e le adesioni suscitate sono state anch’esse straordinarie.

Posso anche dire che qualcosa di bello e grande è accaduto dentro di noi. In qualcuno si è accesa la fiaccola della nonviolenza, dello spirito, del futuro; in altri, che già portavano nel cuore quella fiaccola, essa ha brillato più forte. Quella luce continua a brillare e ad illuminare un futuro che presto o tardi dovrà arrivare: un futuro di giustizia, di pace; un futuro in cui la parola “nonviolenza” verrà abolita in quanto inutile, perché la nonviolenza regolerà le relazioni umane.

Sono solo passati due anni e questo mondo necessita di quel messaggio sempre di più, necessita di quella fiaccola.

Anche oggi, nella Giornata Internazionale della Nonviolenza, in tantissimi luoghi del mondo si sono accese tante fiaccole: non solo per commemorare ma anche per denunciare il disastro umano delle guerre, delle relazioni umane degradate, dell’impoverimento progressivo del pianeta e dei suoi abitanti, impoverimento materiale, morale, spirituale.

Innalziamo queste fiaccole e facciamole vedere ben in alto: perché i potenti non hanno comprato il futuro, perché il futuro è nostro, è quello dei costruttori di pace e nonviolenza.

In questo 2 Ottobre W la Marcia Mondiale per la Pace e la Nonviolenza, W i nonviolenti di tutto il mondo!

 

 

Annunci