giovedì, 22 dicembre 2005

Traduzioni

Sempre parlando di Ivan Louis. Il piccolo corpo si muove, la faccia si compone in espressioni che l’adulto interpreta come può (chissa con quale margine d’errore). Sembra che gli stimoli dell’intracorpo vadano a configurare uno schermo di interpretazione motoria, un inizio di spazio di rappresentazione che si esprime attraverso la fisicità.
In altre parole: quelle facce, quei movimenti delle braccia e delle gambe, quei fremiti, quel pianto ecc. sono traduzioni di impulsi interni che stanno configurando immagini, muovendo cariche.
La più semplice e assolutamente comprensibile: il pianto che chiede pappa :-))
Altri genitori o osservatori di bambini che abbiano commenti da fare a proposito sono benvenuti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: