martedì, 21 giugno 2005

Coincidenza,  espressione, intenzione

Mi succede di andare a presentare un libro da qualche parte, questo fa parte del mio lavoro.

Mi organizzo, qualcosa da leggere o correggere in borsa, qualche idea su cosa dire e una buona predisposizione alle relazioni con gli altri. Qualche panino e una bottiglietta d’acqua, per questi giorni precocemente afosi.

Il libro di oggi è scritto da una persona diversamente abile. Così me ne sto in treno correggendo un pezzo di Morfologia e, in sottofondo ascolto distrattamente cosa dice quel signore che ho davanti e che fumava la pipa alla stazione di Firenze quando sono salito; parla di questioni legali/commerciali e solo a 5 minuti dall’arrivo a Bologna (dove devo cambiare treno) si snoda una breve conversazione dove si scopre che è presidente di un’associazione che si occupa di disabili e che deve pubblicare dei libri….. Beh come coincidenza è passabile, non male no?

La presentazione fila liscia, il moderatore si sente un po’ troppo protagonista ma non è grave, la gente ci mette tutto il cuore e Franco (l’autore) non sta in sé dall’emozione; io mi sento un po’ troppo bombardato dalle domande del giornalista e un po’ ingiusto protagonista.

E a questo aggiungo una certa tendenza a chiacchierare durante la cena, una tendenza eccessiva ed insolita per me, come una catarsi, una scarica energetica.

Già, Franco parla poco nella forma tradizionale che intendiamo; però il suo blog si chiama Ciacolandia (visitatelo è qui accanto nei links); così, senza rendermene conto, mi sono sentito espressione del suo apparente silenzio; e la mia catarsi è stata una sorta di compensazione ma anche di tributo a quel silenzio che lui ha saputo così ben riempire con la sua scrittura in tutte le sue forme (libro, blog, email ecc).

L’intenzione umana si fa strada al di là degli incidenti e degli apparenti limiti che il mondo le mette, che la coscienza  stessa si mette. L’intenzione avanza; ma dobbiamo accompagnarla, sostenerla; non pensare di aver vinto o di sapere tutto. Non smettere mai di fallire e di imparare. Mai.

Grazie Franco.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: