Ciao Loretta

Credo che Loretta ci abbia insegnato, più di ogni teoria o affermazione dogmatica, che noi non siamo il corpo che abitiamo.

Loretta l’ho conosciuta con un corpo abbondante e nessun problema ad abitarlo. Quel corpo si è ammalato e la sua malattia è stata dipinta come terribile e veloce.

Loretta non era dello stesso parere: aveva voglia di vivere, di aiutare gli altri, di giocare ed educare i bambini, come ha fatto per tanti anni con amore e con cura. Aveva ancora molto da dare.

Il suo corpo si è trasformato, è diventata magrissima, è tornata a scuola.

Quando l’ho vista l’ho riconosciuta per il suo sorriso, che era rimasto lo stesso, radioso. Per i suoi gesti gentili che non moriranno mai.

Ciao Loretta, hai vinto la tua battaglia, al di là di un corpo che muore e che non è quello che profondamente noi tutti siamo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: