La bomba, la luce e l’esperienza

Pubblicato su Pressenza il 22.07.2016

La bomba, la luce e l’esperienza

Con una delicatezza e una precisione tipicamente giapponesi Yukari Saitō cura il libro delle Edizioni Centro Gandhi Dalla bomba atomica al Pikadon; lo fa continuando quella sua funzione di ponte tra la cultura del suo paese di nascita e quello dove da anni vive e che l’ha portata a fondare, dieci anni orsono, il Centro di Documentazione Semi sotto la neve, che si dedica al tema della memoria degli eventi di Hiroshima e Nagasaki nella più grande prospettiva dell’abolizione della armi nucleari.

 

In questa battaglia sempre più urgente si inserisce questo libro, come sottolinea la curatrice nella sua postfazione, affermando che è a partire dall’esperienza che è possibile elaborare una nuova risposta. Una nuova risposta che è già in marcia, perché i dati dicono che la memoria non si sta perdendo in funzione dell’allontanarsi temporale dall’evento ma che, al contrario, nuove preoccupazioni e nuovi interessi si stanno accendendo.

 

Altro elemento legato all’esperienza è questa dicotomia tra il termine bomba atomica, esterno, occidentale e patrimonio del “nemico” con il termine giapponese pikadon (luce, colpo)  che hanno inventato gli hibakusha, a partire dalla loro esperienza diretta.

 

E l’antologia di elementi di documentazione e di autori che il libro presenta ha questo filo comune dell’esperienza e della nonviolenza come sola risposta possibile. Così sintetizzando in un libro una piccola parte del lavoro di dieci anni di Centro di Documentazione, si privilegia l’esperienza, l’arte, l’iniziativa e si getta un gioioso mantello di poesia, di origami, di dolcissima umanità sull’orrore di un evento di cui gli autori dovrebbero mantenere una profonda vergogna.

 

Completano ed arricchiscono il libro preziosi elementi di documentazione sugli eventi e sulle loro conseguenze utili anche per realizzare percorsi didattici nelle scuole.

 

Ancora una volta una testimonianza che la riconciliazione, la memoria, l’arte, la nonviolenza sono gli unici elementi che permettono all’umanità di avanzare, alla fratellanza di realizzarsi.

 

http://semisottolaneve.blogspot.it/

 

http://www.gandhiedizioni.com/page2/page2.html

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: