Lorenzo Russo: servono più persone che lottano per i diritti delle persone

Pubblicato su Pressenza il 15.05.2017

Lorenzo Russo: servono più persone che lottano per i diritti delle persone
Gli attivisti di All Out nel cellulare della polizia russa (Foto di All Out)

Lorenzo Russo ha 16 anni, è gay ed è una persona impegnata in azioni per la difesa dei diritti umani delle persone LGBT.  L’ultima di queste azioni è consistita in una petizione su Change che in un mese ha raggiunto quasi mezzo milione di firme.

Da solo, con un gruppo? Con gli amici? Lorenzo, puoi far un riassunto di come è nata la tua iniziativa?

La mia iniziativa di raccolta firme è nata da una mia idea. Dopo che sono venuto a sapere cosa stava e sta anche adesso succedendo in Cecenia, sentivo il bisogno di fare qualcosa anch’io nel mio piccolo. Allora ho creato la petizione su Change.org; non mi sarei mai aspettato un adesione così massiccia, sintomo che non sono solo a voler fermare queste atrocità, ma siamo ben mezzo milione.

Tu citi anche una campagna internazionale su questi temi. Ce ne parli?

Pochi giorni dopo aver lanciato la petizione, visto il grande successo che stava avendo, il sito di Change ha deciso di unire le mie firme a quelle di una campagna internazionale analoga, perciò è molto importante che si firmi la mia petizione per far sì che le nostre voci italiane si uniscano a quelle di tutto il mondo.

Cosa è successo in questi giorni?

li attivisti di All Out stavano per consegnare le firme di un’altra petizione, quando sono stati fermati dalla polizia, compreso anche il nostro connazionale Yuri Guaiana. Tutto ciò a Mosca. Vergognoso è dir poco; una politica, quella di Vladimir Putin, che sta ostacolando la giustizia per tutti gli omosessuali torturati e detenuti in Cecenia.

Quali sono le prossime azioni che intendete mettere in marcia?

Purtroppo al momento non sono a conoscenza di questo, ma posso dire di diffondere il più possibile le notizie dalla Cecenia, visto che i media non lo fanno. Per adesso è l’unica cosa che possiamo fare.

Su Change si vedono messaggi sulla tua petizione che invitano a farsi gli affari propri, ad occuparsi di altro e simili: cosa rispondi tu?

Cosa posso rispondere? Il giorno in cui ognuno penserà solo agli affari propri il mondo andrà in rovina. Fortunatamente oggi c’è ancora chi lotta per i diritti delle persone; servirebbero più persone così , invece di animali da tastiera che non vedono l’ora di sputare odio.

In giro insistono sui giovani che non si interessano più a nulla. Come combattere questo stereotipo?

Questo stereotipo esiste ed è sbagliato. Io sono giovane, ho 16 anni, vivo con i miei coetanei e assicuro che in molti abbiamo tanta voglia di fare e di interessarci al mondo che ci circonda, ma molto spesso ci viene insegnato male o non veniamo compresi. E molto più spesso non ci vengono date le possibilità. Questi errori vengono commessi in primis dalla scuola; manca a mio parere un insegnamento dell’attualità del mondo e di come ormai sia cambiato.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: